Capsule Digitale

Song to Song 7: Gimme Fiction

Avventure ossessive di un ascoltatore. Venti canzoni perfette, da Eno a Monteverdi, raccontate a cavallo tra musica e altre discipline da Gianluigi Ricuperati

Social Share

La copertina dell’ album, fotografia di Sean McCabe

Gimme Fiction, Spoon 2005

Questa volta non parliamo di una canzone ma di un intero album, nel quale le canzoni sono così coerenti e coese da produrre l’impressioni di fluidità, come se l’intera raccolta non fosse altro che un lungo brano senza soluzione di continuità. Si tratta di “Gimme Fiction” degli Spoon*, un gruppo rock di Austin, Texas, vicino alla comunità ‘indie’ che si è espresso a partire dalla metà degli anni novanta e che nel 2005 – poco prima dei miei trent’anni – hanno pubblicato il loro capolavoro.Questo è per me uno degli album rock più intensi e perfetti di ogni tempo.

Le canzoni di Britt Daniel, il principale compositore della band, sono qui angolari, oppure fluide, oppure calde, oppure liriche e splendenti e intelligenti come in certi istanti trasparenti siamo stati tutti noi – a 28 anni, quando uscì.

La musica cresce insieme a noi, e insieme rimane ‘per sempre giovane’, una sorta di vampiro inconfessabile, sempre presente. Oggi la mia vita è cambiata, e ascolto Gimme Fiction insieme ai bambini che non lo ascoltano, pensando a una notte di marzo che si faceva mattina, sabato, questo stesso cd in una macchina di tempi addietro, una Opel dal cambio dolcissimo. Ero uscito con una principessa egizia trasfumata nel corpo di una bellissima e fredda desiderabile contemporanea. Un bacio.

Obiettivi raggiunti. Funzioni della giovinezza. Dammi funzioni. Dammi finzioni. Poi parlavo con un caro amico ‘of the two sides of monsieur Valentin’ e mescolavo tra ambizioni e crudeltà maschili il suono della chitarra grattugiata degli Spoon al ghiaccio secco del privilegio di aver quell’età, di essere qualcosa che si sta trasformando, di essere qualcuno che si stava facendo, del farsi qualcuno che ci stava trasformando, del pensare con le ali al ghiaccio sexy che cinge l’inizio e la fine di queste canzoni, e che ora evoco: “I summon you”, 2005, musica vampiro, continua a vivere, vieni alla luce, non aver paura, resta lì dove sei.

Testi

I Summon You

Remember the weight of the world
It’s the sound that we used to buy
On cassette and 45
And now this little girl
She says will we make it at all
800 miles is a drive

Yeah you got the weight of the world coming down like a mother’s eye
And all that you can
All that you can give is a cold goodbye
The law enforcement’s impressed you’ve survived to this age
Strapped-up soldiers
They’ll lock you in a cage without goodbye
For a nickel bribe
But aww no where are you tonight
And how’d we get here
It’s too late to break it off
I need a release
The signal’s a cough
But that don’t get me off
I summon you to appear my love
Got the weight of the world
I summon you here my love

Remember the weight of the world
It’s a sound that we used to buy
And all that you can
All that you can give is a cold goodbye
The law enforcement’s impressed you’ve survived to this age
Strapped-up soldiers
They’ll lock you in a cage without goodbye
For a nickel bribe
But aww no where are you tonight
And how’d we get here
It’s too late to break it off
I need a release
The signal’s a cough
But that don’t get me off
I summon you here my love
Got the weight of the world
I summon you here my love
The signal’s a cough but that don’t get me off
I summon you here my love

 

 

Ti convoco

Ricorda il peso del mondo
È il suono che eravamo soliti acquistare
Su cassetta e 45 giri
E ora questa bambina
Dice: “Ce la faremo mai?
800 miglia sono un viaggio

Sì, hai il peso del mondo che scende come l’occhio di una madre
E tutto ciò che puoi
Tutto quello che puoi dare è un freddo addio
Le forze dell’ordine sono impressionate che tu sia sopravvissuto fino a questa età
Soldati con le cinghie
Ti rinchiuderanno in una gabbia senza un addio
Per un nichelino di tangente
Ma dove sei stasera?
E come siamo arrivati qui
È troppo tardi per rompere
Ho bisogno di una liberazione
Il segnale è un colpo di tosse
Ma questo non mi fa scendere
Ti invito ad apparire amore mio
Ho il peso del mondo
Ti convoco qui amore mio

Ricorda il peso del mondo
È un suono che abbiamo usato per comprare
E tutto ciò che puoi
Tutto quello che puoi dare è un freddo addio
Le forze dell’ordine sono impressionate che tu sia sopravvissuto fino a questa età
Soldati con le cinghie
Ti rinchiuderanno in una gabbia senza addio
Per un nichelino di tangente
Ma dove sei stasera?
E come siamo arrivati qui
È troppo tardi per rompere
Ho bisogno di una liberazione
Il segnale è un colpo di tosse
Ma questo non mi fa scendere
Ti chiamo qui, amore mio
Ho il peso del mondo
Ti chiamo qui amore mio
Il segnale è un colpo di tosse, ma questo non mi fa scendere
Ti chiamo qui amore mio