Capsule Digitale

Non è più in aria il Castello dell’arte contemporanea

Il 18 dicembre 1983  inaugura il restauro curato dall’architetto Andrea Bruno per la Regione Piemonte del castello javarriano di Rivoli con una mostra-museo di arte contemporanea, internazionale della durata di un anno affidata a Rudi Fuchs direttore del museo di Eindhoven in Olanda e dell’ultima Documenta di Kassel. In questa intervista Rudi Fuchs l’assessore alla Cultura della Regione Giovanni Ferrero* offrono gli argomenti che hanno nutrito l’ambizioso progetto. Da “Il Giornale dell’Arte” n° 17, gennaio 1984

Social Share
settimana 31 Agosto

Hulten’s Story (Vol. 4/6)

Calvin Tomkins* racconta il percorso di ricerca del curatore svedese fondatore del Moderna Museet di Stoccolma, primo direttore per 8 anni del Centre Pompidou, fino al 1980, e quindi per 4 anni a Los Angeles dove ha partecipato alla progettazione del nuovo Museum of Contemporary Art. Approdato infine alla direzione artistica di Palazzo Grassi a Venezia inaugurato nel maggio 1986 con un’esposizione sul Futurismo e i futurismi e su tutte le manifestazioni internazionali del movimento e le sue derivazioni. Dal “Giornale dell’Arte” n. 18, novembre 1984

Retour amont

Si strinsero in cinte rocciose, le pietre / e gli uomini si nutrirono di muschio. / Profonda era la notte, e in armi. / Le donne non partorivano più. / L’ignominia aveva il volto di un bicchiere d’acqua.

I versi tratti dalla raccolta pubblicata nel 1965 illustra da Alberto Giacometti

A Companion of the Prophet (Vol. 2/4)

I passaggi di un incontro segnato dal destino, sin dall’infanzia. La folgorazione per la scoperta della scrittura di Artur Rimbaud. Una sfida inaffrontabile: “Ho letto e ammirato molti altri scrittori, ma nessuno è stato Rimbaud, che è rimasto un ammonimento perpetuo, un doloroso ricordo costante del mio fallimento, il suo diciannovesimo secolo di vita, calendario del secolo che si prende gioco degli anni della mia vita”

Frank O’Hara: un poeta New Dada a New York (Vol. 5/6)

Il saggio sulla poetica di Frank O’Hara e la relazione tra la poesia contemporanea e la pittura, tesi di ricerca per il conseguimento della laurea in Lettere e Filosofia presso l’Università di Pisa, nel 1981. La prima pubblicazione, in edizione limitata, di questo saggio, ha accompagnato l’inaugurazione di FAUST il 20 maggio 2018, curata da Gianluigi Ricuperati

Horror Pleni: La (in)civiltà del rumore

A distanza di alcuni anni, in un secondo incontro con Gillo Dorfles, le domande di H.U.O. definiscono nuove traiettorie di pensiero: l’importanza del vuoto, della pausa, del silenzio, il colore infinito e il numero d’oro

settimana precedente

Rudy Fuchs*: farò in Italia il primo museo del mondo dagli anni ’60 in poi

L’annuncio in anteprima dell’incarico all’olandese Rudi Fuchs, allora 42enne, direttore del museo di Eindhoven in Olanda, già direttore dell’ultima esposizione Documenta di Kassel, di organizzare per la fine del 1984 una mostra-campione della durata di un anno di un museo di arte contemporanea internazionale da collocare nel castello di Rivoli, anche nell’ipotesi che il collezionista Panza di Biumo receda dalla donazione di arte minimale e concettuale annunciata nell’autunno scorso. In esclusiva la prima intervista rilasciata da Rudi Fuchs dopo la sua nomina. Da “Il Giornale dell’Arte” n° 13, giugno 1984

Hulten’s Story (Vol. 3/6)

Calvin Tomkins* racconta il percorso di ricerca del curatore svedese fondatore del Moderna Museet di Stoccolma, primo direttore per 8 anni del Centre Pompidou, fino al 1980, e quindi per 4 anni a Los Angeles dove ha partecipato alla progettazione del nuovo Museum of Contemporary Art. Approdato infine alla direzione artistica di Palazzo Grassi a Venezia inaugurato nel maggio 1986 con un’esposizione sul Futurismo e i futurismi e su tutte le manifestazioni internazionali del movimento e le sue derivazioni. Dal “Giornale dell’Arte” n. 18, novembre 1984

La bibliothèque est en feu (1955)

“Come venne a me la scrittura? Come piumaggio d’uccello sul vetro della mia finestra, d’inverno. Immediatamente, si accese nel camino una battaglia di braci che, ancora oggi, non si sono spente.”

A Companion of the Prophet (Vol. 1/4)

I passaggi di un incontro segnato dal destino, sin dall’infanzia. La folgorazione per la scoperta della scrittura di Artur Rimbaud. Una sfida inaffrontabile: “Ho letto e ammirato molti altri scrittori, ma nessuno è stato Rimbaud, che è rimasto un ammonimento perpetuo, un doloroso ricordo costante del mio fallimento, il suo diciannovesimo secolo di vita, calendario del secolo che si prende gioco degli anni della mia vita”

 

Frank O’Hara: un poeta New Dada a New York (Vol. 4/6)

Il saggio sulla poetica di Frank O’Hara e la relazione tra la poesia contemporanea e la pittura, tesi di ricerca per il conseguimento della laurea in Lettere e Filosofia presso l’Università di Pisa, nel 1981. La prima pubblicazione, in edizione limitata, di questo saggio, ha accompagnato l’inaugurazione di FAUST il 20 maggio 2018, curata da Gianluigi Ricuperati.

Gillo Dorfles, Il divenire delle Arti (Vol. 2/2)

Un dialogo serrato del 2003 con Hans Ulrich Obrist e Stefano Boeri. Una preziosa testimonianza della complessità intellettuale di una delle figure più sofisticate e rivoluzionarie della critica italiana